Le paure della gravidanza

La gravidanza porta con sé numerosi cambiamenti che riguardano l’aspetto fisico e ormonale della futura mamma così come quello cognitivo ed emotivo. A partire dalla notizia della nuova avventura, ogni donna sperimenta l’alternanza fra gioia e smarrimento, paura ed entusiasmo. I cambiamenti fisici non sono ancora visibili, ma i mutamenti fisiologici e ormonali possono causare stanchezza, nausea e cambiamenti umorali.  Anche la comparsa di piccoli disturbi fisici (affaticamento, nausea, reflusso gastrico, mal di schiena, disturbi del sonno) possono provocare irritabilità e contribuire a una percezione di maggiore vulnerabilità.

Come affrontare le paure in gravidanza: vivere con serenità i 9 mesi e superare i timori della gestazione

Si affacciano timori, paure, pensieri e riflessioni su di sé come donna, figlia e futura madre, sul bambino che nascerà e sulla coppia che sta per affrontare un passaggio significativo.

Gli sbalzi di umore repentini possono presentarsi durante tutto l’arco della gravidanza. Infatti l’immagine della futura mamma come di una donna sempre serena e felice non corrisponde alla realtà di tutte le donne. È importante non sentirsi in colpa perché non si corrisponde alla figura stereotipata di madre. Avere sentimenti ambivalenti quando dobbiamo affrontare una situazione nuova, come la gravidanza, mostra la consapevolezza adulta necessaria per diventare genitori. Per affrontare al meglio questo periodo della vita, è fondamentale avere al proprio fianco un partner, degli amici e dei familiari che, comprendendo la fragilità emotiva tipica del momento, rinforzino continuamente la futura mamma ascoltandola in modo empatico. Poter confidare anche i sentimenti più imbarazzanti, senza paura di subire il giudizio altrui e potersi confrontare con persone fiduciose che hanno una visione positiva della vita, è davvero un valido aiuto. La solitudine esaspera le emozioni negative e le ingigantisce, mentre la possibilità di confidare senza timore anche le sensazioni più imbarazzanti ridimensiona i vissuti. È importante anche confrontarsi con altre mamme o altre future mamme. Un’occasione di incontro possono essere i corsi preparatori al parto dove, oltre al gruppo di mamme, ostetriche e puericultrici aiutano ad affrontare la gravidanza e il parto in modo più consapevole e sereno.

Utile si è dimostrato anche un regolare esercizio fisico, come lo yoga, e l’adozione di una dieta sana ed equilibrata, oltre a un adeguato periodo di sonno.

L’altalena emotiva potrebbe farvi commuovere, farvi perdere le staffe per le motivazioni più futili e insignificanti o farvi provare un leggero senso di ansia, anche se non siete mai state persone apprensive e nemmeno irascibili. Aprirvi agli altri sarà un grande aiuto e vi permetterà di vivere al meglio questo periodo straordinario.

spot_img

Tag più popolari

spot_img

Potrebbero interessarti...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here