spot_img

Emorroidi in gravidanza e i rimedi naturali

La gravidanza è un periodo così delicato per l’organismo da portare con sé parecchi fastidi che potrebbero rivelarsi passeggeri oppure protrarsi poi nel tempo, anche dopo il parto. Le emorroidi sono uno di questi fastidi: particolarmente diffuse nelle donne in gravidanza, le emorroidi sono un’infiammazione e una dilatazione delle vene emorroidali, che portano alla formazione di piccole protuberanze esterne o interne all’ano, dolorose e a volte sanguinanti.

Essendo dolorose e fastidiose (a volte si fanno sentire lungo tutta la giornata e non solo al momento di andare in bagno), è necessario alleviarle per stare meglio. Ma in gravidanza, non potendo prendere tutti i farmaci, come fare? Come risolvere il problema delle emorroidi in gravidanza in maniera naturale? Ecco qualche rimedio.

Emorroidi in gravidanza, i rimedi naturali: come alleviare in maniera naturale le emorroidi che compaiono durante la gestazione

Le cause delle emorroidi in gravidanza

Questa infiammazione e dilatazione delle vene emorroidali è dovuta non allo sforzo del parto, come si crede (e quindi non caratterizza solo il post-gravidanza), ma agli ormoni e alle modificazioni dell’organismo della mamma in attesa. A questo si aggiunge la dilatazione dell’utero, che ingrandendosi va a premere sulle vene dell’ano e del retto.

Il volume del sangue, poi, aumenta durante la gravidanza, causando la fragilità delle vene, e la pressione addominale finisce il lavoro. 

Anche camminare meno e fare meno sport (quindi verso il termine della gravidanza) può causare le emorroidi, dal momento che è più probabile assistere ad un ristagno del sangue venoso.

Come si manifestano?

Inizialmente le emorroidi possono manifestarsi con del semplice bruciore e dolore mentre andiamo in bagno. Pian piano si aggiunge un eventuale sanguinamento, oppure del prurito e del gonfiore, fino alla fuoriuscita delle vene dall’ano.

Come curarle e alleviarle naturalmente

Quando doloranti, le emorroidi in gravidanza possono essere alleviate innanzitutto con del ghiaccio. Basta mettere due cubetti di ghiaccio in uno strozzinaccio, creare una “pallina” ben avvolta dal tessuto (in modo che il ghiaccio non sia a diretto contatto con la cute) e appoggiarla sulla zona interessata, lasciando che il freddo sgonfi e anestetizzi.

Beviamo poi molta più acqua e preferiamo i cibi ricchi di fibre, in modo da ammorbidire le feci, che non aggiungeranno così infiammazione all’infiammazione.

Muoversi è poi molto consigliato: basta anche solo camminare o andare in piscina (ancora meglio) per risolvere il problema del ristagno sanguigno.

Utile è anche il gel di aloe vera da applicare sulla zona interessata; essendo antinfiammatorio e cicatrizzante, può essere usato anche sulle emorroidi che sanguinano. Lo stesso vale per il gel di ippocastano, consigliato in tutti i casi di problemi della circolazione.

spot_img

Tag più popolari

spot_img
spot_img

Potrebbero interessarti...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here