spot_img

Mal di testa in gravidanza, quali farmaci assumere

L’assunzione di farmaci in gravidanza deve essere sempre ben ponderata e deve essere sempre e in ogni caso consultato il proprio medico curante, che deciderà se le terapie possono essere proseguite o se è meglio affidarsi a metodi più naturali per evitare di fare del male al feto. Nel caso del mal di testa, una patologia che colpisce moltissime donne in attesa, è possibile ricorrere a metodi più delicati per farlo passare, o, nel caso di dolori persistenti, ci si affiderà ai farmaci consentiti durante la gestazione.

Mal di testa in gravidanza, quali farmaci assumere: quali medicinali è possibile prendere durante la gravidanza in caso di emicrania

I farmaci in gravidanza

In gravidanza la regola è sempre quella di rivolgersi al proprio medico curante o al ginecologo prima di assumere un determinato farmaco. Non è però detto che siano tutti sconsigliati. Anzi, nel caso di patologie pregresse, la futura mamma potrebbe avere bisogno di continuare ad assumere certi medicinali proprio per evitare che i problemi non influiscano sul bambino. L’equilibrio, quindi, è molto delicato, poiché certe sostanze, invece, sono pericolose per il feto. Ecco perché è sconsigliatissimo assumere farmaci senza il consenso del medico.

L’emicrania in gravidanza

Il mal di testa in gravidanza può essere dovuto a vari fattori, e nella maggior parte dei casi la causa sono i cambiamenti repentini che il corpo della madre subisce in questi mesi, per gli ormoni e per il cambiamento del peso corporeo.

Possiamo distinguere tra cefalea censiva (con dolore costrittivo alla testa, medio-lieve e che può essere cronico o saltuario) ed emicrania, malattia ricorrente che si associa a nausea, fotofobia e sensibilità ai rumori. Quest’ultima tendenzialmente riguarda le gestanti nel primo trimestre di gravidanza. 

Le terapie naturali

Per evitare di assumere immediatamente farmaci è consigliato ricorrere per prima a cosa a terapie naturali e non invasive. Per alleviare il mal di testa in gravidanza, quindi, è bene inizialmente provare gli impacchi con panni umidi freschi, l’agopuntura, il riposo, le tecniche di rilassamento e i massaggi. 

Le terapie farmacologiche

Come raccomandano dall’Aifa (l’Agenzia Italiana del Farmaco – https://www.aifa.gov.it/sites/default/files/Opuscolo_F&G_web.pdf), l’unica terapia farmacologica consigliata in gravidanza contro il mal di testa è il paracetamolo, analgesico da assumere secondo le dosi prescritte dal medico. Questo nel caso di mal di testa sporadico ma che non si abbassa con i metodi naturali descritti in precedenza.


Se la cefalea o l’emicrania non passano, il medico curante potrà prescrivere una terapia profilattica con amitriptilina o beta-bloccanti in piccole dosi, ma solo in casi gravi.

spot_img

Tag più popolari

spot_img
spot_img

Potrebbero interessarti...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here