spot_img

Massaggi in gravidanza, tutto ciò che dobbiamo sapere

La cura del proprio corpo in gravidanza passa anche dal rallentare e dal concedersi tempo per se stesse, per far sì che l’abbassamento dello stress mentale diventi beneficio per l’organismo nella sua totalità. E se spesso relax fa rima con massaggi, viene spontaneo chiedersi se i massaggi in gravidanza siano consigliati o se ci siano tecniche specifiche per evitare di fare del male al feto.

Massaggi in gravidanza, tutto ciò che dobbiamo sapere: i consigli, i “do” e i “don’t” e quello che c’è da tenere a mente quando si parla di massaggi durante la gestazione

Il massaggio

In generale, non esiste un solo tipo di massaggio, che è un trattamento medico con diverse sfumature e obiettivi a seconda della tipologia praticata. Il massaggio prevede la manipolazione del corpo con movimenti rilassanti, rinvigorenti o terapeutici, il cui scopo è rilassare il corpo, allentare tensioni, drenare i liquidi, sciogliere contratture…

Il massaggio in gravidanza e i benefici

Durante i nove mesi di gravidanza sono diversi i benefici che il massaggio potrebbe apportare, poiché, innanzitutto, rilassa il corpo, e in secondo luogo, ad esempio, aiuta i muscoli a supportare il nuovo peso, drena i liquidi (e quindi risolve i gonfiori degli arti) e migliora l’ampiezza dei movimenti, che si fanno più difficoltosi a causa dei cambiamenti repentini della struttura fisica della mamma.

In particolare, quindi, il massaggio in gravidanza aiuta ad alleviare i dolori muscolari e quelli alla schiena, stimola il microcircolo, rilassa e allevia lo stress, aiuta con la postura e riduce il gonfiore. Tra gli altri benefici troviamo poi la riduzione del bruciore di stomaco e la risoluzione, a volte, del mal di testa cronico.

Detto questo, è sempre essenziale rivolgersi a medici e massaggiatori qualificati, indicando lo stato di gravidanza e scegliendo tecniche che non vadano a interferire con il feto. Attenzione anche agli oli essenziali: meglio evitarli durante il periodo della gravidanza, anche se solo durante il massaggio. Preferibili sono gli oli di mandorle dolci e di cocco, che non favoriscono solo il passaggio delle mani e delle manipolazioni ma che rendono allo stesso tempo la pelle più elastica, prevenendo così le smagliature.

I tipi di massaggio raccomandati nei nove mesi di gestazione

Proprio per l’aiuto che concede nello sgonfiare gli arti, il massaggio per il linfodrenaggio è certamente il più indicato in gravidanza, poiché evita che i liquidi ristagnino e diminuisce così il rischio di edemi. Attraverso una manipolazione lenta e leggera, chi esegue il massaggio aiuta così la donna a ritrovare leggerezza nelle gambe. 

Il massaggio ayrvedico è altrettanto dolce e prevede una connessione tra mente e il corpo nella sua interezza, ed è quindi perfetto per agire sullo stress e sulla stanchezza.

Infine, lo shiatsu: pensato soprattutto per le gestanti alle prese con le ultime settimane di gravidanza, prevede il trattamento di zone specifiche nel caso in cui il bambino risulti podalico, per aiutare a “girarlo”.

spot_img

Tag più popolari

spot_img
spot_img

Potrebbero interessarti...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here