spot_img

La dodicesima settimana di gravidanza

È l’ultima settimana del primo trimestre, dopodiché si potrà tirare un respiro di sollievo e comunicare la bella notizia ad amici e parenti (se già non lo si è fatto!): la dodicesima settimana di gestazione segna quindi la fine dei primi tre mesi e l’ingresso nel secondo trimestre, quello più tranquillo e sereno. Non ci sono infatti i disagi dei primi sintomi (come la nausea), non c’è la preoccupazione del primo trimestre e non c’è la fatica dovuta al peso del terzo trimestre, con il pancione che limita i movimenti e il bambino che, muovendosi, provoca molta stanchezza. 

Un periodo da godere, insomma, nel quale il bambino è già praticamente formato completamente.

La dodicesima settimana di gravidanza: come cambia la madre e come cresce il bambino nella dodicesima settimana di gestazione

Il feto nella dodicesima settimana di gravidanza

Già praticamente formato nella sua interezza, il feto in questa dodicesima settimana di gravidanza si presenta di circa 4 centmetri ed è quindi grande quanto una piccola clementina. Gli organi crescono molto velocemente, così come il cervello e i nervi, che permettono ora al bambino di percepire gli stimoli come gli odori, i sapori e i rumori provenienti dall’esterno e dall’interno del corpo della mamma. 

Continuano, quindi, i suoi movimenti frenetici, anche se continuano a risultare impercettibili. Tra questi movimenti ci sono anche quelli più minuziosi e lievi, come la fronte che si corruccia, le labbra che si stringono e le mani che si aprono e si chiudono. 

Finalmente, poi, i genitali sono ora visibili. La prossima ecografia, dunque, potrebbe essere quella che stabilirà il sesso del nascituro (anche se a confermarlo sarà solo l’ecografia morfologica).

Il corpo della mamma

Oltre all’accenno di pancia, in questo periodo potrebbe comparire la linea nigra, quella strana linea più scura che corre lungo l’addome, in verticale, dovuta all’accumulo di melanina. Alcune donne, per lo stesso motivo, potrebbero notare delle macchie anche sul viso o in altre parti del corpo. Sono del tutto normali e scompariranno dopo la gravidanza, ma è sempre bene coprirle e proteggerle con della crema schermante.

Gli ormoni che continuano a cambiare potrebbero poi portare a una riduzione della nausea ma anche ad un aumento del mal di testa, insieme a qualche brufoletto.

Il volume del sangue che continua ad aumentare, poi, potrebbe dare qualche fastidio come un calo di pressione e sensazioni strane alle gambe. Per questo motivo è bene stare attente, cercando di non alzarsi troppo in fretta e di avere sempre un appoggio vicino, bevendo lungo la giornata molta acqua.

Come dicevamo, comincerà in questo periodo a vedersi un accenno di pancia. Allo stesso tempo, la vescica sentirà meno pressione e quindi sparirà quello stimolo costante ad andare in bagno. Questo perché l’utero si sta spostando verso l’alto. Quando scenderà verso la data del parto ricomincerà a premere sulla vescica, ma per ora darà un po’ di tregua. 

spot_img

Tag più popolari

spot_img
spot_img

Potrebbero interessarti...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here