spot_img

La quindicesima settimana di gravidanza

Fatti i primi esami, si entra ora appieno nel periodo successivo della gravidanza, quello fatto di serenità, benessere e pelle radiosa, con il pancino che inizia davvero a fare capolino e i pensieri che possono finalmente concentrarsi su ciò che c’è da preparare.

La quindicesima settimana di gravidanza: cosa accade al corpo della mamma e al bambino durante la quindicesima settimana di gestazione

La mamma nella quindicesima settimana di gravidanza

Pelle radiosa, serenità, aumento della libido: sono queste le caratteristiche della quindicesima settimana di gestazione. La mamma, ormai entrata in pieno nel secondo trimestre, lascia alle spalle (spesso!) le spiacevoli nausee mattutine e le preoccupazioni delle prime settimane di gravidanza per godersi la stabilità ormonale di questo secondo periodo gestazionale con la tranquillità data dall’essersi allontanata dal rischio di aborto spontaneo che attanaglia i primi tre mesi. 

Ci si può quindi ora concentrare su se stesse, coccolandosi e tenendosi in forma (pesandosi regolarmente e facendo della leggera attività fisica, yoga, camminata o nuoto ad esempio, o, ancora, la ginnastica posturale), pensando anche con calma a come sistemare casa e situazioni per quando arriverà il bambino, senza così fare le cose all’ultimo minuto.

Un fastidio che potrebbe comparire in questi giorni però c’è: si tratta del sangue dal naso o epistassi, un disturbo causato dalla fragilità delle mucose data dall’aumento del progesterone. Per combatterlo (quando non preoccupante!) possiamo appoggiare un panno molto freddo sulla fronte e applicare, una volta che il sangue ha terminato di scorrere, una crema emostatica.

Anche il seno tuttavia potrebbe essere un fastidio, perché, cresciuto, potrebbe fare male e dolere, oppure perdere colostro (una sostanza giallastra). In questo caso, è possibile utilizzare delle coppette assorbilatte per tamponarlo.

Il bebè

Grande quanto un’arancia, il bambino pesa ora circa 90-100 grammi e sguazza nella placenta, che ora si è formata del tutto e che, ricca di sangue, trasmette i nutrienti al feto attraverso il cordone ombelicale. 

La sua pelle è molto sottile e sotto essa si notano moltissimi vasi sanguigni. Anche le palpebre, quindi, sono sottilissime, come una lieve membrana chiusa. Si apriranno solo più avanti, e per ora il bambino percepisce leggeri cambi di luce.

Anche le ossa continuano a formarsi, così come i suoi sensi: le papille gustative sono formate completamente e l’udito si sta sviluppando del tutto.

Gli esami da eseguire

Tra la quindicesima e la diciassettesima settimana di gravidanza è possibile chiedere lo screening per i difetti del tubo neurale (l’AFP), per individuare eventuali problemi come la spina bifida o danni ai nervi e al cervello.

spot_img

Tag più popolari

spot_img
spot_img

Potrebbero interessarti...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here