spot_img

La diciannovesima settimana di gravidanza

La caratteristica principale della diciannovesima settimana di gravidanza si chiama “vernice caseosa”. Il bimbo è grande quanto un mango, pesa circa duecentotrenta grammi e continua a dormire moltissimo, anche se, quando sveglio, si sbizzarrisce nei movimenti! E anche quando dorme: sogna infatti luci, ombre, suoni e sensazioni.

E la mamma? La mamma potrebbe soffrire di un po’ di reflusso e sentire la mancanza d’aria, ma allo stesso tempo raggiungerà la sua radiosità!

La diciannovesima settimana di gravidanza: cosa accade nel corpo della mamma e come si sviluppa il feto nella diciannovesima settimana di gestazione 

l feto nella diciannovesima settimana di gravidanza

Duecentotrenta grammi e quindici centimetri: il feto comincia ad essere davvero grande e attivo, anche se dorme circa venti ore al giorno. Dopo che il suo sistema nervoso si è sviluppato, infatti, ora sogna moltissimo, soprattutto in fase REM, un’attività cerebrale importantissima per il suo sviluppo psichico.

Nel caso delle femmine, il loro apparato genitale è ormai formato e all’interno delle ovaie si sono sviluppati i follicoli ovarici.

La vernice caseosa

Come accennato sopra, una delle caratteristiche principali della diciannovesima settimana di gravidanza è la “vernice caseosa”, ovvero una “cremina” composta da grassi, vitamine e protidi che inizia a coprire la pelle del feto per tenerlo al caldo. Rimarrà più o meno fino al parto (e infatti serve per non disperdere il calore anche una volta che il bambino è nato), anche se, per i bimbi nati di nove mesi, sarà molto poca (solo sulla schiena e sulla testa). Se non viene rimossa manualmente, la vernice caseosa si riassorbirà naturalmente nel giro di un paio di giorni.

Cosa accade al corpo della mamma

Oltre alle eventuali emorroidi e al bruciore di stomaco, un problema che potrebbe verificarsi dalla diciannovesima settimana di gravidanza è la fame d’aria o dispnea, una sensazione di respiro faticoso dovuta al cambiamento di posizione degli organi interni che stanno facendo spazio all’utero e al bambino. 


Allo stesso tempo, un beneficio estetico fa la sua comparsa: si tratta della pelle luminosa, idratata e rimpolpata, una conseguenza dell’aumento del flusso sanguigno nell’organismo e del ricambio cellulare.

Gli esami da eseguire

Siamo giunti al momento dell’ecografia morfologica, ovvero l’ecografia più importante della gravidanza, da eseguire tra la diciannovesima e la ventunesima settimana di gestazione per stabilire l’anatomia del feto e lo stato di salute dei suoi organi interni.

Iscriviti alla newsletter! Ogni mese ti invieremo il menu del mese, corsi e attività in gravidanza, idee di benessere e codici sconto!
spot_img

Tag più popolari

spot_img
spot_img

Potrebbero interessarti...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here