Anomalie renali del feto, cosa fare

In alcuni casi, l’ecografia in gravidanza può mettere in luce delle anomalie renali nel feto o dei problemi delle vie urinarie. A volte sono patologie innocue che si risolvono da sé, mentre in altri casi bisogna indagare più a fondo. Vediamo insieme quali sono queste anomalie, cosa sapere e come eventualmente intervenire.

Anomalie renali del feto, cosa fare: le alterazioni renali e la dilatazione delle pelvi che vengono segnalate dalle ecografie

L’anomalia renale

L’anomalia renale è un’alterazione dei reni o delle vie urinarie del feto, una condizione abbastanza frequente che nella maggior parte dei casi non è pericolosa, ma che a volte hanno bisogno di esami aggiuntivi o di interventi.

Tra le anomalie renali più frequenti vi è la dilatazione delle pelvi renali. Si tratta di un’alterazione delle cavità dei reni in cui scorre l’urina, che quando viene prodotta più pipì si dilatano come palloncini.

Tendenzialmente, se la dilatazione è contenuta non c’è alcun problema, ma quando questo “palloncino” raggiunge un centimetro o più i medici chiederanno altri esami. 

I problemi che possono derivare

Se questa dilatazione, come accennato, è maggiore di un centimetro, il bambino potrebbe avere delle difficoltà mentre fa pipì, con l’urina che fa più fatica a passare dalla pelvi all’uretere o dall’uretere alla vescica. 

Nella maggior parte dei casi il problema si risolve da solo e le pelvi renali tornano alla loro dimensione iniziale in qualche tempo; se invece si tratta di una malformazione più importante e rara, i medici potranno optare per dei farmaci o per un intervento mirato, soprattutto se i reni appaiono già in ecografia (e quindi non al momento del parto) dilatati e danneggiati (in particolare quando ad apparire in questa maniera sono entrambi e non solamente uno dei due).

Cosa fare quando l’ecografia evidenzia questo problema

Come dicevamo, queste malformazioni sono piuttosto comuni e si risolvono da sole, ma se già l’ecografia dovesse evidenziare una patologia più importante a carico dei reni, il ginecologo saprà consigliare i genitori verso la terapia e gli specialisti i più adatti, per arrivare al momento del parto con un quadro completo che saprà indicare di quale patologia si tratta, se ci sarà bisogno di intervenire chirurgicamente o se si potrà tenere sotto controllo la situazione cercando di capirne lo sviluppo man mano, sorvegliando la situazione fin dal periodo neonatale in modo da essere preparati e pronti.

spot_img

Tag più popolari

spot_img

Potrebbero interessarti...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here