Le coliche dei neonati

Se ne parla spesso, ma nella maggior parte dei casi non le si conosce approfonditamente: parliamo delle coliche dei bebè, che molte volte tengono svegli neonati e genitori durante la notte e che in alcuni casi possono provocare parecchia ansia. Ecco perché conoscerle è importante: per superare il nervosismo e la paura di un dolore sconosciuto e per sapere come affrontare la situazione quando si presenta.

Le coliche dei neonati: tutto ciò che c’è da conoscere sulle cause delle colichette e come affrontarle per prevenirle e trattarle

La causa delle coliche nei bebè

Le coliche dei neonati sono piccoli mal di pancia dovuti all’aria che si forma nell’intestino a causa della quantità di latte che i bebè ingeriscono e a causa dell’aria che inghiottiscono poppando. È un’aria del tutto normale nella maggior parte dei casi, e per questo motivo le coliche non dovrebbero fare paura: il pianto serale solitamente è dovuto ad altri motivi, anche se lo si associa sempre alle coliche.

Come riconoscere se si tratta di coliche

In realtà, come accennato, quando un bambino piange i motivi possono essere svariati e prima che si arrivi alle coliche è più probabile che le lacrime e le urla indichino fame, voglia di coccole, sonno o necessità di essere cambiati. Anche se questo pianto inconsolabile arriva di tardo pomeriggio o di sera, proprio come le coliche.

Per essere certi che si tratti di coliche, quindi, è bene assicurarsi che il pianto non sia indice di questi altri motivi, osservando poi, se questo continua, altri segnali. Uno di questi, il più immediato, è provare a tenere il bambino in braccio a pancia in giù massaggiandogli il ventre. Se si calmerà, significherà che siamo in presenza di coliche. E se nemmeno così passano, allora è bene contattare il pediatra.

Come risolverle

In prima battuta è bene provare con il massaggio al pancino mentre il bambino è tenuto in braccio a pancia in giù. Solitamente questo risolve il gas nell’intestino e dona sollievo immediato al bebè.

Continuare a cullarlo, poi, è molto benefico, perché faciliterà l’addormentamento nel caso in cui le coliche siano leggere. Idem provare a fare un viaggetto in macchina: nella maggior parte dei casi i bambini si calmano e si addormentano dimenticandosi di quest’aria nella pancia.

Se i pianti serali inconsolabili non passano nemmeno con questo, è consigliato rivolgersi al pediatra che saprà valutare una terapia o un cambiamento di dieta da parte della mamma che allatta al seno (nel caso il bambino risulti intollerante a determinati cibi).

Come prevenirle

Prima di trovarsi di fronte alla situazione compiuta, tuttavia, è possibile prevenire le coliche dei neonati. 

Se mamma e papà allattano il bambino artificialmente, innanzitutto, è bene scegliere biberon ergonomici e studiati per essere anti-colica (con una struttura che evita la formazione di bolle). 

Se la mamma allatta al seno, invece, è utile provare a mangiare più leggero o a eliminare alcuni cibi dalla propria dieta, alternatamente, in modo da provare a capire se ci sono alimenti che il bambino tollera meno.

Infine, è bene cercare di ascoltare meglio il proprio bambino, cambiandolo quando ne ha bisogno, coccolandolo di più se lo chiede attraverso il pianto e nutrendolo secondo le sue necessità.

spot_img

Tag più popolari

spot_img

Potrebbero interessarti...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here